State of the Art Oncology in EuropeFont: aaa

Ipoglicemia

1. INFORMAZIONI GENERALI

1.1 Incidenza, fattori di rischio e fisiopatologia

1.1.1

L’ipoglicemia specificatamente correlate a neoplasia é rara ed è causata da diversi meccanismi.

a) Produzione di insulina da parte di tumori che originano dalle isole pancreatiche (insulinomi maligni, che rappresentano il 10% di tutti i tipi di insulinoma).

b) Produzione di sostanze insulino-simili da parte di tumori estesi che non originano dalle isole pancreatiche, quali i tumori mesenchimali (emangiopericitomi, fibrosarcomi, leiomiosarcomi, mesoteliomi, neurofibromi), o di altri tipi di tumore (epatomi, neuroblastomi).

c) Consumo eccessivo di glucosio da parte di tumori estesi, rispetto alla produzione epatica.

d)Inoltre, l’ipoglicemia può instaurarsi negli ultimi stadi dell’insufficienza epatica (come conseguenza di una ridotta glicogenolisi e gluconeogenesi) o dell’insufficienza pituitaria (come conseguenza di una depressa secrezione di ormoni controregolatori, come l’ormone adrenocorticotropo e l’ormone della crescita). Tuttavia, solo un numero esiguo di pazienti sviluppa ipoglicemia come risultato di uno di questi meccanismi (Hoff 1998).

2. DIAGNOSI

2.1 Segni, sintomi e strategia diagnostica

I sintomi tipici dell’ipoglicemia contemplano sintomi neurologici (tremore, palpitazioni, ansia, sudore, appetenza e parestesia) come risultato della percezione di alterazioni psicologiche causate da una risposta automatica all’ipoglicemia, seguiti da sintomi neurologici dovuti alla ipoglicemia (stato confusionale, sensazione di ipertermia, astenia, severe alterazioni dello stato cognitivo, convulsioni, coma). Tali sintomi possono presentare unìevoluzione lenta, possono peggiorare nelle prime ore del mattino (dopo il digiuno notturno) e migliorare subito dopo un pasto. Tuttavia, alcuni pazienti possono presentare sintomi acuti e severi. Una valutazione biochimica può rivelare lo stato ipoglicemico. Le soglie glicemiche della sintomatologia ipoglicemica variano: pazienti con ipoglicemia ricorrente spesso tollerano concentrazioni eccessivamente basse di glucosio plasmatici, senza presentare alcun sintomo preoccupante di ipoglicemia (Cryer 1999). Il test di stimolazione con glucagone (dosaggio seriato del glucosio ematico dopo infusione di 1 mg di glucagone) è un’opzione ottimale. I pazienti con un insulinoma o con secrezione di sostanze insulino-simili da parte di tumori non originati da cellule di isole pancreatiche rispondono al glucagone con un aumento dei livelli di glucosio sierico, indice di adeguate scorte glicogeno. I livelli di glucosio non aumentano quando l’ipoglicemia è causata da una carenza di riserve di glicogeno epatico oppure da insufficienza epatica. Una risposta glicemica > 30 mg/dL al glucagone è predittiva di una buona risposta al trattamento a lungo termine con glucagone (Hoff 1998).

3. TRATTAMENTO

3.1 Trattamento dell’ipoglicemia

Le terapie antitumorali specifiche (chirurgia o radioterapia o chemioterapia) costituiscono l’opzione standard con un livello di evidenza di tipo C. La profilassi dell’ipoglicemia, specialmente nei pazienti con insulinoma, e il trattamento delle forme blande di ipoglicemia, includono frequenti pasti leggeri e spuntini a base di carboidrati. Tale indicazione ha un livello di evidenza di tipo C. I pazienti con sintomi severi o inattesi, il trattamento con rapide infusioni endovenose di soluzione glucosata ipertonica, oppure con la somministrazione di corticosteroidi e glucagone è appropriato per uso clinico individualizzato con un livello di evidenza di tipo R. L’infusione continua di glucagone (06-0.3 mg/h, somministrata attraverso una pompa infusionale portatile) è appropriata per uso clinico individualizzato con un livello di evidenza 3 per i pazienti che abbiano riportato una risposta glicemica al glucagone (Hoff 1998).

INDICE

Cryer PE. Symptoms of hypoglycemia, thresholds for their occurrence, and hypoglycemia unawareness. Endocrinol Metab Clin North Am 1999; 28: 495-4vi [Medline]

Hoff AO, Vassilopoulou-Sellin R. The role of glucagon administration in the diagnosis and treatment of patients with tumour hypoglycemia. Cancer 1998; 82: 1585-1592 [Medline]

Dr. Dirk Schrijvers (Reviewer)
University Hospital Antwerp – Antwerp, Belgium
mail: Dirk.Schrijvers@zna.be

Dr. Silvia Spinazzé (Associate Editor)
START Programme
mail: silvia.spinazze@poste.it